Torna alla Homepage
 

Gli esami per gli agenti immobiliari

La severità delle commissioni esaminatrici della Camere di Commercio rende “dura la vita” agli aspiranti mediatori immobiliari. Da una statistica è risultato che gli esami sono molto selettivi, la severità, comunque, garantisce l'elevata preparazione e l'alta professionalità dei futuri agenti immobiliari.
A Milano, Torino, Venezia, Roma e Palermo le commissioni più rigide nella valutazione: in queste città il numero dei bocciati supera quello dei promossi. A Genova, Bologna, Firenze, Bari e Napoli, invece, il numero dei promossi risulta più elevato.
Il Presidente della Fiaip, Rocco Attinà, evidenzia l'uniformità di giudizio delle differenti Camere di Commercio a prescindere dalla localizzazione territoriale. Le uniche differenze riguardano i criteri di esaminazione per la prova scritta: può trattarsi di un test con risposte multiple di cui una sola è quella corretta, oppure, quesiti che richiedono risposte circostanziate, o ancora questionari composti da serie consecutive di quiz o risposte. La durata dei corsi in vista dell'esame (che comporta una prova scritta ed una orale) è di circa 120 ore. Possono frequentare i corsi e candidarsi agli esami tutti coloro che abbiano conseguito un titolo di studio di scuola media superiore. Tra le materie oggetto di studio ed esame si annoverano le discipline giuridiche, con nozioni di diritto privato (riguardanti i contratti, le obbligazioni, i diritti reali, il condominio, il regolamento dei registri immobiliari) e di diritto tributario, senza trascurare le procedure di estimo catastale e di valutazione degli immobili.